fbpx

Blog

Capelli crespi? Ecco i rimedi, quelli veri

Capelli crespi, la lotta estenuante che ogni donna combatte quotidianamente. Ci piace giocare coi nostri capelli  e cambiare colore, schiariture. Vi vedo con le spazzole selvagge, shampoo comprate chissà dove,  legacci corde ed esposizioni da barbeque in estate…. e poi? Poi i capelli diventano spenti, crespi e cominciate a googlare “Rimedi per i capelli crespi”. Vi risparmio la fatica e vi do qualche utile consiglio per domare le vostre chiome.

Perché ho i capelli crespi?

Un capello si definisce crespo quando il suo aspetto è opaco, al tatto ruvido e dalla forma indefinita. Va detto che si possono avere capelli crespi sia per un fattore genetico; pensiamo per esempio alla persone di razza afro, la loro struttura capillare è caratterizzata da un capello estremamente arricciato su se stesso e decisamente crespo, o pensiamo anche ai bambini che nascono con i cosidetti “capelli lanosi” quindi capelli che già dalla nascita si presentano di spessore ridotto, con curvature che portano ad un notevole arricciamento e che li rendono del tutto impettinabili.

A dirla tutta però, la maggior parte dei capelli crespi è causata da una cattiva gestione dei capelli. Come detto prima siamo soliti trattare i nostri capelli nei modi peggiori: li schiariamo, li stiriamo, li coloriamo, insomma gliene facciamo letteralmente di tutti i colori 🙂 e ovviamente questo porta a delle conseguenze.

Tinte fai da te? E poi hai il capello crespo!

Ogni volta che decidete di farvi un colore a casa e tirate quei benedetti 20 volumi dell’ossigeno  preparato per la radice sulle lunghezze e punte state rendendo il capello poroso. Ogni volta che volete illuminare un po il vostro colore perché lo vedete spento e vi buttate su schiariture eccessive e troppo veloci (40 volumi sulle punte purché cosi ci mettiamo meno 😱) state destrutturando irrimediabilmente la struttura della vostra chioma e la state rendendo porosa.

Senza andare troppo sul tecnico, quando insistete sul vostro capello con phon a 200 gradi su capelli ancora zuppi d’acqua, o quando passate 200 volte la piastra sulla stessa ciocca che alla fine alza bandiera bianca per forza, state irrimediabilmente compromettendo la struttura del vostro capello, che diventerà poroso ed ingestibile. Perché quando si tratta di linea stiamo attenti al grammo in più di pasta e sui capelli invece non prestiamo la stessa attenzione? Anche i capelli se nutriti nel modo corretto e gestiti nel modo corretto possono dare il meglio di loro stessi!

Capelli crespi? I rimedi quelli veri

Iniziamo col dire che per quanto riguarda i capelli crespi per una problematica di tipo genetico, alcune casistiche si risolvono naturalmente con l’età, altre invece si possono mitigare con una buona gestione e cura; per quanto riguarda invece i danni che ti sei causata tu o qualche parrucchiere non proprio esperto, in questo caso qualche soluzione c’è e ne abbiamo già parlato nell’articolo SOS capelli secchi scopri rimedi e consigli Donna In Parrucchiere”

1.Elimina le piastre e impara ad usare il phon!

i capelli andrebbero lasciati asciugare il più possibile al naturale, ma capisco che in inverno sia un po difficile. allora puoi asciugare l’eccesso di acqua con un asciugamano in cotone o microfibra senza assolutamente strofinare i capelli tra di loro. Quando avrai eliminato l’eccesso di acqua puoi proseguire con un asciugatura con temperatura media fino ad avere i capelli asciutti al 90%. solo in ultimo puoi dare una passata veloce a temperatura un po più elevata per dare la messa in piega. Piastra bandita in quanto lavora a temperature eccessive e su un capello già secco di sicuro non migliora la situazione. il must della tua hair toutine? Il protettivo termico prima di procedere all’asciugatura!!!

2.Scegli prodotti professionali che ti proteggono

Per gestire il crespo ci vogliono prodotti adeguati che lavorino sul “ridare idratazione” ad un capello che per la destrutturazione subita non riesci più a trattenere l’acqua e quindi l’idratazione al suo interno. Molte clienti non utilizzano prodotti idratanti perché “mi appesantiscono i capelli”. Grazie che li appesantiscono! sono completamente privi di acqua e quindi svolazzano liberi di spezzarsi alla prima trazione!

La cura per il crespo non avviene in “un due tre stella” e via ho i capelli che sono ‘na favola! E una transizione, ci vuole del tempo. Anche perché quando un capello è poroso assorbe qualsiasi cosa, anche il prodotto, in maniera eccessiva, ma avendo la cuticola non uniforme, cosi come ha assorbito rilascia andare via subito tutto. Non vi e nuovo? Un colore appena fatto che scarica dopo 2 lavaggi! ecco svelato il mistero!! Quindi si a tutti quei prodotti che ridanno idratazione: acido jaluronico il re dell’idratazione dovrebbe essere un must nella beauty routine del capello crespo e poi tutti quegli olietti in grado di filmare il capello e diminuire la perdita di idratazione.

3.Nutrire il capello anche dall’interno

Lo abbiamo detto più e più volte: siamo quello che mangiamo. Una dieta adeguata aiuta il lavoro svolto dal parrucchiere nella lotto alla “crespitudine”! 😁

Quindi si a tutto ciò che aiuta l’idratazione: tanta acqua, frutta e verdura. si anche all’utilizzo degli integratori, ma solo se necessario, e solo dietro prescrizione di un medico! Ne abbiamo parlato in questo articolo :“Come scegliere l’integratore per capelli?”

4. Non tirare i capelli da bagnati! si spezzano

I capelli andrebbero pettinati solo da bagnati e con le mani, in modo da non creare trazione e quindi non spezzali. I capelli da bagnati sono decisamente più deboli e quando vengono tirati si spezzano molto più facilmente. Il  modo corretto di pettinarli è da bagnati con un buon prodotto ditricante e solo con le mani o al massimo con una spazzola molto morbida.

 5. Si alla cheratina, ma fatta nel modo corretto!

Il servizio alla cheratina, essendo filmogeno, aiuta molto dal punto di vista della gestione del crespo e della struttura del capello, ma solo se eseguito correttamente. L’utilizzo della piastra ad alte temperature per il servizio puo solo peggiorare la situazione se eseguito scorrettamente! Affidatevi ad un parrucchiere esperto di questo servizio. altrimenti meglio non farlo. Un buon servizio di cheratina porta il capello ad essere lucido, strutturalmente sano ed in grado di trattenere  le sostanze importanti per il suo benessere, soprattutto acqua. Leggi qui la nostra guida alla cheratina!

6. Lipidi, lipidi e lipidi!

La differenza tra un capello crespo e uno non crespo, sta principalmente nella quantità di  lipidi al suo interno contenuti. L’esposizione a ripetuti lavaggi ruvidi, asciugature non protette, azioni di attrito, luce solare e trattamenti chimici alcalini portano ad una diminuzione del contenuto lipidico della superficie cellulare. Quando la cuticola è danneggiata, gli strati interni si sollevano esponendo la parte interna del capello che è più soggetto a danni e assume un aspetto opaco. La conseguenza è che l’acqua normalmente conservata nel capello comincia così ad evaporare. Quindi si a trattamenti che ristabiliscano la giusta “lipidità” della struttura del capello, come oli, creme, burri, maschere e a tutti quei trattamenti ad azione filmogena e che quindi aiutano a mantenere l’idratazione all’interno della struttura del capello, come siliconi, cheratina e altri trattamenti professionali come erbe tintorie elumen hennè. 

 

Ti sono stata di aiuto? Fammelo sapere condividendo l’articolo e taggando Donna In Head Spa, ti aspetto sulla nostra Pagina di Facebook per tanti altri consigli.

Certo; prenota subito la tua consulenza per capire quanto male hai fatto ai tuoi capelli!

No comments yet! You be the first to comment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *